Brandizzazione in farmacia: profondità o ampiezza di gamma?

La disposizione dei prodotti in farmacia in base agli obiettivi di vendita

Nell’analisi delle principali tecniche di comunicazione farmaceutica, abbiamo già parlato di brandizzazione e di quanto importante sia in farmacia aumentare la visibilità di un marchio. Tuttavia c’è sempre un dilemma che attanaglia il farmacista: strutturare esposizione per profondità o ampiezza di gamma?

Questa scelta è e sarà sempre difficile da gestire soprattutto se il farmacista non ha le idee chiare su dove vuole andare e che cosa vuole ottenere. In molti casi si applica al parafarmaco e extra-farmaco lo stesso principio che ha sempre caratterizzato il farmaco e governato l’operato del farmacista: la disponibilità di prodotto e la varietà dei prodotti.

L’idea di servizio in farmacia ha sempre visto al primo posto la reperibilità immediata di tutte le tipologie di farmaco per poter al meglio servire il cliente e permettere la continuità della cura. Ebbene questo principio è sovrano nel campo del farmaco. Tuttavia non si può applicare lo stesso principio anche agli altri prodotti che governano altri settori non legati alle prescrizioni, ma alla vendita libera.

Consigli pratici su quali prodotti esporre in farmacia

La vendita libera è, proprio per definizione, una scelta fatta e gestita interamente dal farmacista. Lui decide le aziende, i settori, la tipologia dei prodotti. Questa condizione fa si che la scelta di agire per profondità o ampiezza di gamma è del tutto arbitraria e personale. Ma attenzione: se la scelta deve sposarsi con ambiti espositivi moderni allora sarà opportuno giocare di profondità piuttosto che di ampiezza. Questa è una regola basilare per favorire l’individuazione immediata del bisogno e il suo pieno soddisfacimento. Purtroppo, infatti, l’esposizione è viziata dalla voglia di riportare in una logica moderna, le vecchie convinzioni del passato.

Esporre non equivale a dire vendere secondo un’ equazione lineare e diretta; ma esporre nel modo giusto equivale a massimizzare le vendite di particolari settori.

Questa affermazione trova riscontro nella grande distribuzione, dove non si assiste mai alla presentazione del singolo prodotto, ma del brand e poi delle varie linee di gamma.

Attenzione dunque a non voler, in maniera ostativa, applicare formule vecchie a sistemi di gestione nuovi e strategici: il risultato molto spesso potrebbe non essere così entusiasmante come si crede.

Photo:segnalazionit.org

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili