Bardana e Melaleuca nel trattamento della pelle grassa

La Bardana è una pianta perenne originaria dell’Asia con caratteristici fiori viola con le punte piegate ad uncino.

Se ne utilizza la radice estremamente ricca di acidi e polifenoli come l’acido caffeico e stigmasterolo e di mucillagini.

La presenza di questi acidi e composti antiossidanti dona alla bardana le sue proprietà dermopurificanti, antipruriginose e sebonormalizzanti .

Queste sostanze  agiscono a livello della sintesi di collagene inibendone la degradazione operata dai radicali dell’ossigeno e sull’enzima chiamato ialuronidasi , bloccandone l’azione nei  processi di danno cellulare dei tessuti cutanei e sottocutanei tipico dell’acne o di altre patologie a carico della cute.

Melaleuca Alternifolia, invece,  è un albero di circa 6 mt di altezza diffuso soprattutto in Australia e africa dal quale vengono raccolte le foglie per ricavarne un olio dalle proprietà cosmetiche e terapeutiche non trascurabili.

L’olio essenziale di Melaleuca meglio noto come Tea-tree oil  è uno degli oli più studiati e utilizzati per le proprietà antisettiche e germicide.

La particolarità di questo olio è che a differenza degli altri oli essenziali con medesima attività il tea tree oil risulta privo di effetti irritanti e sensibilizzanti per la cute e le mucose  determinando un altissimo grado di tollerabilità cutanea che lo vede particolarmente indicato per i trattamenti della pelle grassa e impura o per la preparazione di shampoo e lozioni per capelli ad azione antiforfora.

Non sono ultimi gli utilizzi di quest’olio anche in detergenti intimi e in colluttori.

Photo:epoctimes.it

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili