Conosciamo la nostra pelle: Trattamento specifico per pelli grasse

Abbiamo già analizzato le pelli grasse e le differenze esistenti tra pelle grassa oleosa, asfittica e pelle mista. Oggi soffermiamo l’attenzione sul trattamento specifico delle pelli grasse e su cosa è giusto fare per migliorare questa condizione di pelle.

L’eccessiva secrezione di sebo e l’evidente oleosità cutanea induce chi ne è affetto a lavarsi frequentemente utilizzando anche prodotti eccessivamente sgrassanti e aggressivi. Questa pratica induce un effetto definito rebound peggiorativo piuttosto che migliorativo, in quanto si stimolano le ghiandole sebacee a produrre un quantitativo maggiore di sebo per sopperire a quanto è stato tolto.

Tale condizione porta le ghiandole a diventare ipertrofiche con continua ed eccessiva produzione di sebo e comparsa di dermatiti, sensibilizzazione e irritazione, desquamazione, arrossamenti e pizzicore.

Al fine di evitare questa condizione peggiorativa si consiglia per la detersione l’uso di prodotti non aggressivi e non irritanti, che abbiano però azione seboregolatrice e chiudano i pori eccessivamente dilatati.

Questi trattamenti devono essere associati a prodotti che svolgano azione decongestionante, addolcente e lenitiva, cercando di mantenere inalterato il film idrolipidico e quindi l’idratazione della cute e opacizzanti, con sostanze quali ossido di zinco in grado di assorbire l’eccesso di sebo e ridurre la sensazione di unto.

Tra gli estratti di derivazione vegetale con attività sebonormalizzante va ricordata la Bardana e la Betulla associati a sostante quali la Melaleuca, Lavanda, Camomilla, Mirto per l’ azione decongestionante.

Photo:beauty-pianetadonna

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili