Come le farmacie possono creare contenuti efficaci su Facebook

Facebook,  lo sappiamo, è la piattaforma social più diffusa e quando parliamo di facebook per le farmacie non possono non pensare alla grande opportunità che  rappresenta. Tuttavia, esserci non equivale ad un aumento di clienti se non si attuano le strategie corrette.

Da curiosa e appassionata del mio mestiere non mi sottraggo mai a prender parte ai più disparati corsi sostenuti da diversi docenti in qualità di uditrice, e più di tutto mi piace frequentare i corsi che trattano gli stessi temi per i quali io offro consulenza. Alcuni mi diranno che ciò è dequalificante, in realtà non lo è per nulla!! Anzi è il primo passo di una corretta analisi di marketing: analizzare il contesto esterno!!

Ma proprio in questi diversi incontri, molti dei quali aventi come tema proprio la gestione di Facebook, ne ho sentite delle belle, solitamente si sentono sempre le stesse cose, ma la domanda è una sola:

< Ma volete darmi questi strumenti per operare in autonomia, o dovrò sempre ricorrere ad un consulente?>

In realtà questo è un grande gap, perché in effetti tutti ti dicono quello che vorrebbero dirti fuorché la verità, o meglio solo una parte della verità, il resto se lo lasciano per loro. E’ evidente che questa non è la mia filosofia, anzi ciò che mi ha sempre contraddistinto è proprio la volontà di dare gli strumenti operativi per lavorare in autonomia, e in questo caso approfondiamo proprio un argomento ostico, Facebook per le farmacie.

In tanti hanno creato il loro profilo, pochi la pagina aziendale, in tanti pubblicano le offerte sui prodotti in pochi sviluppano strategie di comunicazione e ottimizzano i contenuti.

Ebbene, sappiate che Facebook è una piattaforma sociale dove vige la regola del P2P, cioè ( people to people) , questo, se volessimo, potrebbe spiegare già tutto ed incanalare la vostra operatività in seno ai contenuti, verso nuovi orizzonti, ma approfondiamola un pochino.

People to people, si avete capito bene, non è una piattaforma sulla quale confrontarci con modelli B2B o B2C ( business to business o business to customer) , dimentichiamo le logiche di mercato che applichiamo in farmacia, nel luogo fisico di scambio, dove agiamo in termini B2C. Dobbiamo sforzarci di valutare una nuova ottica e una nuova prospettiva. Parliamo di interazioni tra persone e non tra clienti e azienda, ed è proprio su questo che si devono basare le attività promozionali, i contenuti e tutto quello che pubblicheremo sulla nostra pagina facebook.

Parlare di sola  vendita, essere auto-referenziali, non paga, anzi si è visto che penalizza. Sembra che le persone su facebook cerchino notizie, cerchino collettori di notizie con non vengono lette su altri siti. Dunque cerchiamo di abbandonare l’idea che esserci voglia dire bombardare la pagina di offerte promozionali, ma familiarizziamo con l’idea che dare informazione e postare contenuti, in maniera indiretta, porta alla stessa finalità dell’offerta, ma in un modo totalmente diverso e molto più attivo!

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili