Tutti i trucchi dell’ inbound marketing in farmacia

Nella grande carrellata di informazioni relative all’ inbound marketing vediamo oggi come possiamo applicarlo alle farmacie. Abbiamo già detto quanto l’ ibound marketing sia l’applicazione di una semplice operatività che trasforma i normali visitatori in fruitori del servizio proposto, cioè in followers. Ebbene studiamo insieme quali sono i passi fondamentali da compiere per gestire al meglio questa tecnica di marketing e applicarla alle farmacie.

1° passo ATTRARRE

Abbiamo più volte parlato di come la farmacia poco sfruttasse le vetrine, vero e proprio punto di collegamento dall’interno all’esterno. Molti si chiedono quanto queste logiche siano applicabili ad una farmacia, ma in questo caso non parliamo di attrazione estetica, ma parliamo di altro, parliamo di social, parliamo di web, parliamo di un mondo , quello di internet, che rappresenta un’opportunità solo per chi saprà coglierla e ahimè non basta un semplice sito- vetrina, questa volta, perché internet è una giungla e dobbiamo cercare di emergere. Da qui il primo passo, sembra banale e in realtà forse è il più difficile. E’ certo che i social network ci rendono oggi giorno l’impresa più semplice, ma attenzione, anche nei social network ormai c’è sovraffollamento e quindi dobbiamo anche qui sviluppare una strategia per emergere e per farlo l’unico modo è CREARE CONTENUTI. Bene se siete riusciti a creare almeno un contenuto valido, originale e interessante a settimana, potete già pensare che il vostro lavoro di attrazione è iniziato!!

2° passo CONVERTIRE

Se siete giunti al punto n° 2, vuol dire che avete già un discreto numero di visitatori giornalieri che seguono attentamente quanto voi scrivete e commentate, ebbene a questo punto non possiamo lasciare che questi utenti virtuali restino solo tali, ma dobbiamo convertirli in qualcuno di cui possediamo almeno un piccolo bacino di informazioni, ad esempio la mail o il telefono, per farli entrare nella nostra cerchia di persone che conosceranno e saranno resi partecipi di tutte le iniziative che da qui in avanti attiveremo. Per far questo possiamo sfruttare una metodica composta di tre step: call to action, invitiamo il nostro utente a visitare una pagina “Landing” che conterrà un‘offerta o un vantaggio per il cliente con l’unico obbligo di lasciare in un “form” i suoi dati, sia solo una mail o un numero di telefono. Queste semplici mosse ti permetteranno di ricevere tanti dati e poter creare anche un tuo database di utenti. L’optimum sarebbe, per una farmacia, legarsi a promozionali da ritirare proprio in farmacia stessa !!

3° passo CHIUDERE

A questo punto l’obiettivo è quello di finalizzare delle vendite! Avere una lista di persone che sono potenziali clienti aumenta il nostro bacino di utenza e ancor più ci permette di catalogare il cliente e di strutturare una risposta personalizzata alle sue esigenze. Un grande strumento da gestire e tenere sempre aggiornato!!

4° passo COCCOLARE

Ebbene il cliente che ha acquistato e ha risposto in maniera positiva ai primi 3 passi, non può non essere coccolato continuamente, questo perché? Perché si deve innescare il tanto atteso meccanismo del passaparola POSITIVO, quello che spinge i vostri miglior clienti a parlare di voi ad un loro amico che presenta un problema e che vi fa vivere, ai suoi occhi, come il posto dove si trova il rimedio a tutto!! Ebbene questa fase è assai delicata, deve continuare nel tempo, ma garantisce una crescita esponenziale del successo aziendale.

Attenzione però , questo vale per chi vive la professione in tutta la sua interezza e responsabilità per chi rinuncia ad una vendita per un consiglio corretto, perché non dimentichiamo mai che l’etica professionale viene sempre riconosciuta e apprezzata.

photo:tlcws.com

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili