Marketing dei colori in farmacia? Un suggerimento che orienta l’acquirente

Filed in:

Quanto il marketing dei colori in farmacia può orientare gli acquisti dei nostri clienti?

Se ci fermiamo ad osservare i prodotti che comunemente ritroviamo negli scaffali della nostra farmacia, ci renderemo conto che le tipologie di prodotti appartenenti a una specifica categoria hanno una linea di colori pressoché omogenea.

Inoltre se vi è capitato di rimodernare la vostra farmacia di recente e di affidarvi ad una società di architetti avrete senza dubbio dovuto far fronte alla scelta di una cartella colori che armonizzasse l’ambiente e che identificasse i reparti.

Ebbene, nulla accade per caso, nulla viene scelto improvvisando, ma tutto segue logiche comunicative ben precise e tutto ha un solo fine, massimizzare l’acquisto e incrementare il potenziale emotivo.

L’atto dell’acquisto è un mix di diversi fattori, l’emozionalità in questo processo gioca un ruolo cardine e deve essere cavalcata per chiudere il processo con esito positivo.

In questa discesa emotiva il colore empaticamente coinvolge l’osservatore e influenza il suo stato d’animo alimentando l’acquisto o allontanandolo.

Vi siete mai soffermati a guardare i colori delle scatole e dei prodotti cosmetici? E dei dimagranti?

Le scelte strategiche aziendali ricadono in un particolare settore il marketing dei colori!

L’importanza dei colori è posta al centro e questi hanno il potere di colpire i nostri occhi, stimolando la nostra psiche e influenzando i nostri comportamenti.

Esistono diverse tipologie di colore e ogni tipo di colore è associato ad una specifica categoria merceologica, ma perché il colore è così importante?

Esiste un’intera branca del marketing che si occupa del colore e da studi si evince che:

  • nella commercializzazione di un prodotto il 93% delle persone è attratto dall’aspetto estetico e non dal profumo né tanto meno dalle indicazioni presenti in etichetta.
  • L’85% dei consumatori considera il colore l’elemento cardine di induzione all’acquisto
  • Per l’80% dei casi il colore accresce l’identità e il riconoscimento di un brand aziendale

Tuttavia, seppur il colore ha un alto potere di comunicazione, esso non è universale, nel senso che ciò che attrae per esempio gli Italiani nell’acquisto non è paragonabile al colore che attrae americani o altre popolazioni. Questo diventa molto importante quando le aziende strutturano i propri brand e si aprono al commercio estero.

Replica