Marketing in farmacia ? Prima di affidarci studiamo un po’….

Si parla tanto di marketing in farmacia, di quanto oggi le farmacie, per affrontare il mercato, debbano essere concorrenziali e offrire servizi, debbano snaturarsi per  vincere la concorrenza. C’è chi guarda a questo con occhi speranzosi, c’è chi pensa ad un tradimento della professione, ma in tutto questo agire ciò che io leggo è una mala interpretazione del marketing!!

E’ noto: i tuttologi non mi sono mai piaciuti!!

I consulenti che ti dicono che come lo fanno loro è meglio, che tutte le aziende che seguono loro sono di successo,..etc etc. Ma siamo seri, ci credete veramente? Io posso essere il migliore consulente, tuttavia c’è un gap che non potrò mai colmare…l’attività del farmacista nella propria farmacia tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00!!

In primis, chi non è farmacista,  penso che possa poco capire le dinamiche interne e le guarda meramente come logiche commerciali, come numeri da collezionare, secondo poi , il consulente mostrerà la via, deve mostrare la via, ma poi chi deve operare è la farmacia in ogni suo angolo e in ogni suo operatore a partire da chi fa le pulizie!!

Perché marketing non vuol dire carte fedeltà, marketing non vuol dire brochure di sconto, marketing è un processo di pianificazione e gestione operativa che parte da lontano e si compete di più fasi , tutte legate allo studio di cosa c’è, cosa va bene e cosa non va , per poter modificarsi e operare al meglio.

Ci sono diversi strumenti di marketing da adoperare e forse il primo parte dall’essere un farmacista informato, uno che studia e si interessa di marketing e che inizia a prendere il suo pc e a valutare i numeri che il gestionale da!! Ho conosciuto tante realtà in cui il problema non era la farmacia, la sua posizione o i dipendenti, il problema era la poca voglia di operare da manager del titolare…Ebbene sì, mi dispiace se queste parole risulteranno un po’ crude, ma è la verità!! Il titolare non può aspettare che siano gli altri o i consulenti esterni a fare il suo lavoro, quelli saranno bravi solo a spillarli tanti soldini, come accade già con tante realtà consulenziali, ma dovrà prendere in mano la propria attività e lavorare da manager, che vuol dire dedicare molto più tempo alla propria impresa, meno tempo al banco, più analisi dei dati e più controllo di gestione. Ecco perché marketing farmaceutico prima di essere consulente è formatore, bisogna avere gli strumenti per far si che il consulente al nostro fianco ci faccia diventare il miglior  controller di gestione e manager che si possa avere!!

photo: epylabs.com

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili