Motivi di abbandono della Farmacia: dipende veramente tutto dal prezzo?

Nella maggior parte dei casi da me trattati, dove si richiedeva intervento per un drastico calo di clienti e fatturato, era consuetudine dei farmacisti pensare che le motivazioni di abbandono da parte dei clienti fossero basate quasi esclusivamente sul prezzo di vendita e sull’aumento della concorrenza operata da altri corner distributori ( guerra dei prezzi). Tuttavia nonostante gli sforzi operati per  mettere in piedi campagne promozionali al ribasso, i risultati non erano soddisfacenti.

Ma siamo così sicuri che il prezzo sia la causa principale di abbandono?

Ebbene, solo il 6% dei clienti abbandona una farmacia per i prezzi poco convenienti , ben il 77%, invece, lo fa perché riscontra nel personale operante INDIFFERENZA!!

INDIFFERENZA verso le loro esigenze!!!                                             +

Quando pensiamo ai clienti e alla loro importanza dobbiamo anche fare una valutazione un po’ più profonda , cioè capire e monitorare frequentemente la loro soddisfazione, perché fidelizzare un cliente e soddisfarne i suoi bisogni e le sue esigenze è fondamentale per aumentare e far crescere il proprio business!!

Beh per darvi un’idea di quanto ogni singolo cliente può essere una potenziale risorsa economica per la farmacia vi cito solo alcune stime di spesa indicate da ricerche di mercato condotte dalla SDA Bocconi di Milano, dove si attesta che La LIFE TIME VALUE cioè il valore del cliente in riferimento alla vita media  ( come cliente di farmacia) è di circa 2500 euro.

Si stima un acquisto medio annuo di 500 euro moltiplicato per 5 anni intesi come anni medi di relazione con un’azienda fornitrice.

Questo la dice lunga sul valore di ogni singolo cliente e su quanto sia importante fidelizzare i clienti!!!

Per approfondire l’analisi del cliente e le strategie di fidelizzazione iscriviti al Master in Marketing e Gestione della Farmacia.

Autore

Nunzia Maria Tinelli

Cosmetologa e Coach

Corsi Disponibili