Reportage vetrine in farmacia: tecniche di realizzazione

Filed in:

Realizzare le vetrine in farmacia è sempre un qualcosa che il farmacista è chiamato a fare senza però essere ben certo dell’efficacia comunicativa e della reale attrattiva delle stesse. Esistono infatti figure professionali dedicate che eseguono corsi specifici per realizzare vetrine sempre nuove e interessanti e se ci pensiamo bene, la maggior parte dei negozi, patinati e non, molto spesso  fa gestire la propria vetrina da società esterne per massimizzarne l’attrattiva e richiamare il cliente.

In effetti, la vetrina rappresenta il primo biglietto da visita di un esercizio commerciale, è ciò che prima di tutto il potenziale cliente osserva ed è ciò che nella maggior parte dei casi induce il cliente di passaggio ad entrare nel negozio.

In questo contesto si assimila anche la farmacia a tutti gli esercizi commerciali, senza però dover trascurare il fatto che la farmacia non è un esercizio commerciale convenzionale, ma è un luogo in cui l’acquisto si lega ad un esplicito bisogno di salute e cura. In questo contesto ciò che può essere presentato e pubblicizzato all’esterno si riduce in un numero limitato di prodotti che esulano dai veri e propri medicinali, ma che possono, senza ombra di dubbio, rilanciare settori specifici della farmacia come è il caso del settore dermocosmetico, paido, integratori, igiene corpo e capelli, alimentazione, fitoterapia.

I campi applicativi sono tantissimi, l’importante è avere sempre ben chiaro il messaggio comunicativo e il settore che si intende lanciare, tenendo bene a mente gli aspetti fondamentali di un allestimento di vetrine in farmacia:

  • univocità;
  • visibilità;
  • semplicità;
  • originalità;
  • pulizia;
  • varietà.

 Questi aspetti devono essere tutti presenti in un’unica vetrina senza tralasciarne alcuno, magari potremmo massimizzarne uno o più, ma non possiamo tralasciarne nessuno!!

Alleniamoci a sviluppare vetrine accattivanti associando magari ambiti assolutamente impensabili alla farmacia moderna, la foto è infatti una palese provocazione nell’uscire dai soliti ranghi e sperimentare qualcosa di diverso!!! All’opera….

Replica